(712) Apparecchiare

Spendo molta della mia energia nella preparazione. Credo sia la parte migliore, il momento in cui le idee possono splendere. Immagini che ogni dettaglio sia perfetto, che ogni cosa sia al posto giusto, che tutto-proprio-tutto vada come vuoi tu. Per me è il momento in cui posso curare le mie idee affinché siano accoglienti e creino benessere per chi ne usufruirà.

A ben pensarci non ho fatto altro che apparecchiare il mio presente per tutta la vita, e non è poco. Davvero non è poco.

Mi sembra addirittura di non saper fare altro, e questo è di certo un limite. Faccio fatica a smettere, non riesco a stare con la testa ferma e godermi quanto ho fatto, sono sempre spinta oltre, devo sempre pensarne una nuova e arrovellarmi per riuscire a rendere il pensiero concreto, reale. Stachanov mi fa un baffo. Su tutta la linea. Non so se esserne orgogliosa o dolermene, sinceramente non lo so.

Tanto per cambiare sto apparecchiando un’altra tavola, e già non mi do tregua: immagino, strutturo, schematizzo, distribuisco il fare… Sì, una macchina da guerra. Non è per la guerra che mi sto preparando, però, questo spero farà la differenza. Fidarsi delle persone – alla mia età – non è facile, ti domandi sempre come e dove stavolta ti colpiranno, ma alla fin fine ci vuole una bella tenuta di nervi a stare perennemente sul chi-va-là. I miei nervi già sono oberati per tutto quello che devono affrontare, non posso trascinarli anche nel girone infernale dei cinici ad oltranza. Eh!

La vita, dopotutto, è un atto di fede. Se ci sei e non ci credi che resti qui a fare?

 

Share
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

(388) Borderline

Significa linea di confine, suona benissimo secondo me. Una linea di demarcazione per noi Esseri Viventi è la pelle. Se non ce l’avessimo non sentiremmo il mondo esterno a noi e potremmo confonderlo con il nostro mondo interno (fisico e non). Ci sono territori naturali dove le linee di confine non sono fatte per stabilire chi sia il possessore, ma per definire le diverse sostanze delle cose.

Quando hai una personalità in disordine – mi permetto un gioco di parole – vieni definito borderline, ovvero stai a un passo dalla psicosi. Diamo per scontato che lo siamo tutti, tutti a un solo passo, tutti dannatamente borderline. Vien persino da ridere a dirlo, lo sappiamo benissimo anche se ce la raccontiamo diversamente.

Quello che si può vedere dal bordo, dalla linea di confine, è interessante. Ti rendi conto che tante cose grandi ormai sono piccole, che cose vicine si son fatte lontane, che un passo di qua o uno di là a quel punto può fare la differenza e sta a te scegliere. Interessante e spaventoso. Quando stai sul bordo cadono un sacco di giudizi, te li ritrovi in briciole sparse ai tuoi piedi, e ti domandi perché diavolo te li eri impastati e modellati con tanta cura, a cosa diavolo pensavi ti servissero? Quando stai sul bordo potresti avere voglia di sederti un attimo, potresti sentire il bisogno di pensare – in generale o anche pensare a te.

Un giro lungo i bordi dei propri confini fa bene a tutti. Addirittura può rivelarsi liberatorio. Non costa nulla, se non un bel quintale di illusioni e cazzate varie, e può cambiarti la vita. Cambiarti tutto. Devi solo decidere se sei pronto a rischiare o se preferisci far finta di nulla. Sta a te.

Share
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

(52) Linee

Una linea retta può essere più o meno lunga e orientata in 360 diversi gradi. Pace.

Una linea retta può essere spezzettata, ovvero può essere composta da più pezzetti che volendo si possono combinare in modo da rivoluzionare il suo essere retta. Pace.

Una linea retta può andare avanti all’infinito, ma ben si sa che per l’infinito l’essere umano non è attrezzato. Pace.

Una linea retta, in teoria, può portarti alla tua meta. In teoria, perché la pratica è diversa, quindi: scordatelo.

Sì, pace anche per questo dettaglio.

Una linea retta alla fine non è che mi dà tante certezze e mi toglie sicuramente fantasia.

No, niente pace.

Scelgo la linea curva.

Ecco, sì… adesso pace sia.

b__

Share
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF