(853) Quattro

L’ho sempre sottovalutato. Ho i miei numeri preferiti, tra questi non c’è il quattro. Mai stato. Oggi, valutando meglio la questione, un po’ mi dispiace. Voglio dire, il quattro è un numero piuttosto importante, usato in svariati modi. Fare quattro passi. Fare quattro chiacchiere. Farsi in quattro per qualcuno. Una cosa da quattro soldi. Ci sono soltanto quattro gatti. Fare il diavolo a quattro. Spaccare il capello in quattro. Litigare per quattro soldi. Fare quattro salti. In quattro e quattr’otto. E potrei continuare ancora a lungo, ma penso non serva.

In poche parole, il quattro è un signor numero.

Ci sarebbe da fare una ricerca su ‘sta cosa. Eravamo in quattro gatti, perché non tre? Il tre è molto più fashion, insomma lo si è usato in ogni salsa e di lui si è abusato un bel po’ in tutte le religioni e filosofie. Forse non volevano esagerare. Non lo so, a me sapere le motivazioni di certe scelte mi sembra importante. Qualcuno al mattino si sveglia e prende una decisione. Ok, metti che quella decisione ti coinvolge tuo malgrado. Tu non glielo chiedi il perché è arrivato a quella conclusione? Devi chiederglielo. E lui ha il dovere di dirtelo. Senza saltare nessun passaggio. Senza buttarla in vacca soltanto perché sa che non è una motivazione forte. E se lo fa, se tenta di farti fesso, devi bloccarlo e fargli sputare la verità. Non sarebbe sacrosanto? Ecco. Secondo me, lo è. 

Ora, lasciamo stare il quattro a cui devo le mie scuse, anche se ignoro bellamente cosa ci sta sotto (ma indagherò), veniamo a chi non dà spiegazioni delle proprie prese di posizione perché non ne ha. Vive alla cavolo, così come viene, prendendosela con tutti per la sua infelicità. Ok. Per quanto mi riguarda le opzioni sono due: o ti prendi quattro calci in culo e inizi a curarti, o ti prendi quattro anni sabbatici e te ne vai in Siberia dove la vita ti insegnerà le buone maniere. Pensate che bello: tutti i villani fuori dalle palle. Così in un colpo solo. Certo, la Siberia sarà un po’ trafficata, ma non per molto, si prenderanno a cazzotti tra loro e qualche legge dell’evoluzione si farà partecipe della soluzione.

Quattro anime tenute in ostaggio in una barca.

Quattro anni in Siberia per questi aguzzini è poco.

 

Share
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF   

(755) Intermittenza

Andiamo a intermittenza. Andiamo a intermittenza e ci stupiamo che gli altri non stiano ai nostri luce/buio come vorremmo. E che devi fa’ della tua vita se non star dietro al mio umore? Cosa? Lo shampoo?

E finché è l’umore va ancora bene, pensiamo a cosa succede quando ad andare a intermittenza sono i nostri sentimenti. Ti amo/non ti amo, ti odio/non ti odio, ti voglio/non ti voglio, ti penso/non ti penso… delirio costante.

Se ce lo tenessimo per noi non sarebbe poi un gran difetto, ma onorandone il culto lo imponiamo a chi ci sta accanto. Lo facciamo andare su e giù come uno yo-yo, lo facciamo girare e pirlare come se fosse un burattino, lo facciamo parlare o lo zittiamo come se il suo esserci dipendesse da noi. Aguzzini spudorati, ecco cosa siamo.

Eppure pretendiamo sicurezza, solidità, coerenza, fedeltà, da chi abbiamo vicino. Se mi ami ora mi amerai per sempre. Anche se ti prendessi a calci in culo, ormai hai promesso e son cazzi tuoi. Belle cose, davvero. Facciamo della scostanza la nostra religione e calpestiamo il diritto a cambiare idea, cambiare il proprio sentire, cambiare opinione, cambiare pelle – se serve e certe volte serve proprio – di chi ci sta attorno. Tutti traditori, ma noi no.

Accendi e spegni la luce facendomi girare nella stanza e sbatto contro tutto e mi sto facendo male, ma tu accendi e spegni la luce finché mi scoppiano gli occhi e non riesco a vedere più niente. Chiamala crudeltà mentale, tesoro, non amore.

Se qualcuno avesse il coraggi di dirlo, se qualcuno avesse il coraggio di staccarsi dall’interruttore nel sentirsi rivolgere queste parole, forse – dico forse – le cose potrebbero migliorare. Voglio essere ottimista, stasera, voglio accendere la luce.

 

 

Share
www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF